Villandro

Su un declivio sopra Chiusa

Luoghi d’interesse consigliati

Kirche zum hl. Valentin in Villanders a Villandro

St. Valentin liegt direkt an der Straße von Klausen nach Villanders. Der schmale Spitzturm ist schon von weitem sichtbar.

    • (0)
Miniera di Villandro a Villandro

La miniera di Villandro consente ai suoi visitatori di immergersi in quella che era la vita dei minatori sul Monte Pfunderer.

    • (0)
Archeoparc Villandro a Villandro

L'Archeoparc di Villandro propone ritrovamenti archeologici risalenti al 5000 a.C.

    • (0)

Alloggio consigliati

Baita Gasser
  • Rifugio, Villandro
    • (0)
74
Gran-Panorama Wellness Hotel Sambergerhof
  • Albergo, Villandro
    • (0)
59
Aktiv & Relax Hotel Hubertus
  • S
  • Albergo, Villandro
    • (0)
Baita Stöfflhütte
  • Rifugio, Villandro
    • (0)
Waldheim
  • Sun
  • Sun
  • Sun
  • Casa vacanza, Villandro
    • (0)

Ristoranti consigliati

Restaurant Pizzeria Rustika
  • Ristorante, Villandro
    • (0)
Hotel Ristorante Castel zum Steinbock
  • Ristorante, Villandro
    • (0)
Oberpartegger
  • Osteria contadina, Villandro
    • (0)
Winklerhof
  • Osteria contadina, Villandro
    • (0)
Baita Mair in Plun
  • Malghe & Baite, Villandro
    • (0)
Maso Pschnicker
  • Osteria contadina, Villandro
    • (0)

Escursioni consigliati

Il centro del villaggio di Villandro si trova ad un'altitudine di 880 metri a sud di Chiusa in Valle Isarco.

L'area comunale di Villandro, che comprende le frazioni di San Maurizio e San Valentino, si trova su un declivio in Valle Isarco. Immerso nei frutteti e vigneti, il bellissimo centro storico si trova ad un'altitudine di 880 metri sopra Chiusa.

L'Archaeoparc Plunacker, nel centro di Villandro, vi farà rivivere il passato. A seguito del ritrovamento di diversi utensili in pietra e tracce di insediamenti, la cui datazione risale dal Neolitico e l’età romana, si ritiene che Villandro fosse già abitata da tempi remoti e che l’Alpe di Villandro fosse già sede di commerci circa 10.000 anni fa. La miniera di Villandro era una delle zone minerarie più importanti del Tirolo nel Medioevo. Dopo essere caduta nell’oblio dopo la sua dismissione all’inizio del XX secolo, è stata oggetto di interventi di riconversione e oggi i cunicoli tortuosi della miniera d'argento del Montefondoli (monte Pfunderer), dove un tempo veniva estratto l'argento, sono aperti ai visitatori.

Intorno a Villandro vi sono numerose opportunità per esplorare i villaggi circostanti e godersi il panorama unico. Un sentiero escursionistico consigliato per la sua bellezza è il famoso sentiero del castagno, che passa sotto i vecchi castagni e al castello Gravetsch, dove i signori di Villandro risiedevano nel 12 ° secolo. Grazie ai sentieri più impegnativi è anche possibile compiere escursioni attraverso la natura incontaminata dell'altopiano dell'Alpe di Villandro, uno dei pascoli alpini più ampi e belli dell'Alto Adige. Più in alto, circondato da un ambiente arido, caratterizzato da erbe secche e detriti, si trova il Lago dei morti (Totensee) e non lontano, ad un'altitudine di circa 2.190 metri al confine fra Villandro e Sarentino, la chiesetta “ai morti”.
Non importa se si tratta di una meravigliosa escursione con le ciaspole, attraverso incantevoli paesaggi da fiaba, una divertente giornata con lo slittino o un avventuroso tour sugli sci attraverso boschi innevati di conifere: i paesaggi alpini sopra Villandro si trasformano in un vero paradiso anche in inverno.